7 March 2021

Cessione o sconto in fattura in luogo delle detrazioni: proroga dell’opzione

Con il Provvedimento n. 51374 del 22 febbraio 2021, l’Agenzia delle Entrate ha disposto la proroga al 31 marzo 2021 del termine per l’invio della comunicazione di opzione per la cessione o lo sconto in fattura in luogo delle detrazioni relative alle spese sostenute nel 2020 per interventi edilizi sugli immobili

Il Decreto Rilancio ha previsto che, per il Superbonus e le detrazioni spettanti per gli altri interventi edilizi è possibile optare, in luogo dell’utilizzo diretto della detrazione, per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori che hanno realizzato gli interventi o, in alternativa, per la cessione a soggetti terzi del credito corrispondente alla detrazione spettante, ivi compresi banche e altri intermediari finanziari.
In particolare, l’opzione può essere esercitata per le spese relative agli interventi di:
a) recupero del patrimonio edilizio (Bonus ristrutturazioni);
b) efficienza energetica (Ecobonus e Superbonus);
c) adozione di misure antisismiche (Sismabonus e Superbonus);
d) recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna (Bonus facciate);
e) installazione di impianti fotovoltaici (anche ai fini del  Superbonus);
f) installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici (anche ai fini del  Superbonus).


L’opzione per lo sconto in fattura o per la cessione del credito d’imposta deve essere effettuata inviando apposita comunicazione all’Agenzia delle Entrate in via telematica entro il 16 marzo dell’anno successivo a quello in cui sono state sostenute le spese che danno diritto alla detrazione.
La procedura telematica per inviare la comunicazione è stata resa disponibile il 15 ottobre 2020. Di conseguenza, per le spese sostenute nell’anno 2020, la comunicazione dell’opzione può essere inviata dal 15 ottobre 2020 al 16 marzo 2021.
In proposito, gli operatori, i consulenti e le relative associazioni di categoria hanno richiesto la proroga del suddetto termine del 16 marzo 2021, in modo da avere tempo sufficiente per predisporre e trasmettere tutte le comunicazioni relative alle spese sostenute nel 2020, che non è stato possibile inviare progressivamente e dunque nel frattempo si sono accumulate.
Pertanto, relativamente alle comunicazioni delle opzioni riguardanti le detrazioni riferite alle spese sostenute nel 2020, il termine per la trasmissione telematica è stato differito al 31 marzo 2021.