12 August 2022

Fondo Nuove Competenze nelle imprese artigiane venete

Siglato il 20/1/2021, tra la CONFARTIGIANATO IMPRESE VENETO, la CNA Veneto, la CASARTIGIANI Veneto e la CGIL Veneto, la CISL Veneto, la UIL Veneto, il verbale di interpretazione autentica dell’art. 4 terzo allinea dell’accordo interconfederale Regionale per il capitale umano e l’agibilità del Fondo Nuove Competenze per le imprese del settore artigiano e delle PMI del Veneto del 16/11/2020.

Visto l’art. 3 dell’Accordo del 16/11/2020 rubricato “Modalità di attuazione” dispone, al primo allinea, che le imprese che intendano avvalersi degli interventi finanziati nell’ambito del Fondo Nuove Competenze debbano obbligatoriamente inviare telematicamente ad EBAV “tramite l’associazione artigiana cui aderiscono o conferiscono mandato” l’istanza formulata secondo il format di cui all’allegato 1;
– Ritenuto che tale art. 3, costituisca nelle intenzioni delle Parti Stipulanti, il punto di riferimento per l’attuazione degli interventi finanziati dal Fondo;
– Considerata la necessità di procedere all’interpretazione autentica dell’art. 4 terzo allinea dell’Accordo del 16/11/2020, al fine di evitare applicazioni fuorvianti rispetto alla volontà delle parti contraenti
Le Parti firmatarie convengono:
– che l’art. 4 terzo allinea dell’Accordo Interconfederale Regionale per il capitale umano e l’agibilità del Fondo Nuove Competenze per le imprese del settore artigiano e delle PMI del Veneto del 16/11/2020 si interpreti come segue: “l’impresa, che intenda avvalersi del Fondo Nuove Competenze ai sensi dei presente accordo dovrà Inviare alla segreteria di EBAV tramite l’associazione artigiana cui aderiscono o conferiscono mandato, l’istanza formulata utilizzando l’Allegato 1”. Gli Allegati 1 e 3 dell’Accordo vengono modificati di conseguenza.